Casa Papa Francesco
S.ta San Pietro 14, Sanremo
giovedì 20 dicembre 2012

AVVENTO 2012 DOMENICA DI FRATERNITA’

“Fiorirà la giustizia e abbonderà la pace” (Salmo 72,7 )

Ecco i progetti che intendiamo sostenere con la raccolta fondi della DOMENICA di FRATERNITA’

in BURKINA FASO, SENEGAL, GUINEA CONAKRY:

BURKINA FASO: LA Caritas del Burkina Faso intende contribuire al miglioramento dell’alimentazione di 21.500 bambini, da 0 a 5 annni di età, in condizione di malnutrizione moderata e severa, attraverso 43 Centri di Recupero e di Educazione Nutrizionale.

Le attività previste sono:

    • Sensibilizzare le mamme su causa, effetti e presa in carico della malnutrizione; individuare i bambini malnutriti (capelli alterati, pelle trasparente, guancia e pancia gonfia,…..) ed indirizzarli ai Centri Nutrizionali;

    • Cura dei bambini malnutriti;

    • Dotare i 43 Centri Nutrizionali di viveri e derrate alimentari (riso, miglio, olio);

    • Rafforzare paternariati con i distretti sanitari, i centri medici, i centri di sanità e promozione sociale.

      costco pharmacy cialis price

SENEGAL: l’associazione dei genitori dei bambini portatori di cialis drug.com handicap dell’istituto pubblico del quartiere Grand-Yoff della capitale cialis online Dakar, incontrata insieme al nostro collaboratore Dr. SénéJoel, ci ha segnalato la necessità diuna collaborazione per aiutare i genitori a sostenere la frequenza dei loro buy cialis figli. I contributi che offriremo serviranno a fornire agli alunni almeno un pasto completo al giorno, il trasporto, dal domicilio all’istituto e viceversa (in Senegal solo pochissime famiglie hanno un’automobile di proprietà), all’acquisto di materiale essenziale per le attività didattiche e di riabilitazione (gesso per la lavagna, colori, pongo, quaderni e attrezzi terapeutici semplici).

GUINEA CONAKRY: in occasione di una missione abbiamo avuto modo di conoscere a Macenta, cittadina situata a 1.000 km dalla capitale; Soeur http://viagraonline-pharmacyrx.com/ Elisabeth, delle Suore Orsoline. Si occupa degli ultimi: persone poverissime, senza fissa dimora, spesso affette da disturbi psichici che vagano per la città alla ricerca di cibo tra i cumuli di immondizia e la ricerca di un riparo per la notte. La Guinea è uno dei paesi più poveri del mondo e la vita delle persone svantaggiate fisicamente ed economicamente è davvero difficile. Soeur Elisabeth e i suoi collaboratori riescono a dare dignità a persone che certamente sarebbero destinate a morire di stenti. Il nostro contributo servirà per il cibo e le cure mediche delle persone emarginate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top
9j2x3b - dihfm5 - sbehsi - 1mf5vw - zgnaya - ir4zbv - skegu6 - djv7af