Casa Papa Francesco
S.ta San Pietro 14, Sanremo
mercoledì 28 Marzo 2012

PAX CHRISTI PER UNA POLITICA DI DISARMO SENZA ARTIFICI


“Tagliare realmente le spese militari senza artifici contabili volti a produrre e acquistare nuovi sistemi d’arma costosissimi, pericolosissimi, inaffidabili, con scarse ricadute occupazionali e anticostituzionali; bloccare il progetto degli F-35; difendere la legge 185/1990 che controlla il mercato delle armi”. Il disarmo è una delle tre priorità (le altre sono legalità e giustizia) che secondo Pax Christi governo e parlamento italiano dovrebbero tenere in considerazione per una politica di redistribuzione delle risorse e per il “bene comune”.
In una lettera aperta inviata alle istituzioni italiane, l’organizzazione cattolica avverte la necessità “di liberare risorse per il lavoro, le famiglie in difficoltà, la cultura, la sanità, la sicurezza sociale” e chiede determinazione contro “la diffusa corruzione economico-politica”.

La questione sull’acquisto di 131 caccia bombardieri F-35, cui si fa riferimento nella lettera, è particolarmente sensibile ed è attualmente al centro di una campagna nazionale promossa da Sbilanciamoci!, Tavola della Pace e Rete italiana per il disarmo. Secondo i promotori della Campagna, anche in considerazione dell’attuale fase di crisi economica, sarebbe opportuno che il governo italiano si ritirasse dall’acquisto di questi velivoli da guerra perché non sono previste penali e perché una decisione di questo tipo consentirebbe un immediato risparmio di 15 miliardi di euro e circa il triplo considerando il successivo mantenimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top
9j2x3b - dihfm5 - sbehsi - 1mf5vw - zgnaya - ir4zbv - skegu6 - djv7af