Casa Papa Francesco
S.ta San Pietro 14, Sanremo
mercoledì 14 ottobre 2015

PROGETTO “RIFUGIATO A CASA MIA” & ACCOGLIENZA NELLE PARROCCHIE

, , , , , , ,

rifugiatoacasamiaIncontro informativo presso

il Seminario di Bordighera lunedì

19 ottobre alle ore 21

All’Angelus del 6 settembre scorso, Papa Francesco “di fronte alla tragedia di decine di migliaia di profughi che fuggono dalla morte per la guerra e per la fame, e sono in cammino verso una speranza di vita” ci invitava ad essere loro prossimi e “a dare loro una speranza concreta”. Da qui, alla vigilia del Giubileo della Misericordia, l’accorato appello “alle parrocchie, alle comunità religiose, ai monasteri e ai santuari di tutta Europa ad esprimere la concretezza del Vangelo e accogliere una famiglia di profughi”.

Per riflettere insieme sulla proposta e per approfondire la concreta possibilità di seguire quanto ci viene chiesto, tutte le persone interessate sono attese all’incontro informativo presso il Seminario di Bordighera lunedì 19 ottobre alle ore 21.

Le parrocchie che, in collaborazione con la Caritas diocesana, avranno la possibilità di accogliere una famiglia o persone singole, potranno sperimentare una significativa esperienza di condivisione e di testimonianza della carità e sensibilizzazione della comunità, favorendo l’integrazione sociale delle persone ospitate.

“Rifugiato a casa mia” è un progetto di Caritas Italiana rivolto alle famiglie, con l’obiettivo di creare le migliori condizioni di integrazione dei rifugiati, accompagnandoli in un più specifico percorso di autonomia.
L’accoglienza in famiglia favorisce la creazione di relazioni in grado di supportare il processo di inclusione delle persone che vivono la condizione di richiedenti protezione internazionale e/o di rifugiati. Attraverso la convivenza con persone provenienti da altri paesi, da contesti e culture diversi, le famiglie possono vivere una forte esperienza di solidarietà e di condivisione.

Ci viene chiesto un supplemento di umanità che può servire anche a vincere la paura e i pregiudizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top
9j2x3b - dihfm5 - sbehsi - 1mf5vw - zgnaya - ir4zbv - skegu6 - djv7af