Casa Papa Francesco
S.ta San Pietro 14, Sanremo
mercoledì 30 maggio 2012

Caritas Italiana rafforza la sua presenza nelle zone colpite

 Caritas Italiana rafforza la sua presenza nelle zone colpite e
mette a disposizione centomila euro
Grande dolore e partecipazione. Così il Papa ha rinnovato la vicinanza a quanti sono stati
colpiti dal terremoto che continua a fare vittime e danni in Emilia Romagna.
La Presidenza della CEI, con il consenso dell’Assemblea Generale, ha stanziato un milione di
euro come contributo per fronteggiare la prima emergenza.
La terra trema ancora, cresce la paura e aumentano gli sfollati. Anche le nuove scosse sono
state avvertite in tutto il nord e parte del centro Italia.
Immediata è stata l’attivazione della rete Caritas, con in prima fila le Caritas più colpite con
il sostegno del delegato regionale delle Caritas dell’Emilia Romagna e la pronta mobilitazione
delle altre regioni coinvolte.
Il direttore di Caritas Italiana, don Francesco Soddu è tornato più volte sui luoghi del
terremoto per manifestare piena solidarietà e vicinanza da parte di Caritas Italiana.
Dopo l’aggravarsi della situazione Caritas Italiana ha messo a disposizione centomila
euro e rafforza la sua presenza inviando operatori sul posto per affiancare e
collaborare con la delegazione regionale Caritas dell’Emilia Romagna nel coordinamento
dell’emergenza.
È stato allestito a Finale Emilia un Centro di coordinamento per organizzare risposte mirate
ed evitare invii indiscriminati di volontari o di aiuti materiali.
Prosegue intanto la raccolta fondi che come sempre vede una generosa gara di solidarietà.
Da tutta Italia e dall’estero anche le Caritas continuano a far pervenire messaggi di
solidarietà e disponibilità a sostenere gli interventi in atto.
Considerando che le necessità e i bisogni anche di ripresa del tessuto produttivo e di
riaggregazione socio-comunitaria si protrarranno nel tempo, è necessario coordinare e
programmare al meglio ogni intervento, a partire da una completa ricognizione della
situazione nelle diverse zone.
L’invito dunque è alla piena collaborazione con le diocesi colpite in stretto collegamento con
la delegazione regionale e con Caritas Italiana. Nell’arco di qualche giorno potranno essere
date indicazioni più dettagliate a tutte le Caritas su eventuali bisogni specifici anche per
quanto riguarda l’invio di volontari.
Approfondimenti e foto su www.caritasitaliana.it
Per sostenere gli interventi in corso si possono inviare offerte a Caritas Italiana tramite
C/C POSTALE N. 347013 specificando nella causale: “Terremoto Nord Italia 2012”.
Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui:
 UniCredit, via Taranto 49, Roma – Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119
 Banca Prossima, via Aurelia 796, Roma – Iban: IT 06 A 03359 01600 100000012474
 Intesa Sanpaolo, via Aurelia 396/A, Roma – Iban: IT 95 M 03069 05098 100000005384
 Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma – Iban: IT 29 U 05018 03200 000000011113
 CartaSi (VISA e MasterCard) telefonando a Caritas Italiana tel. 06 66177001 (orario d’ufficio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top
9j2x3b - dihfm5 - sbehsi - 1mf5vw - zgnaya - ir4zbv - skegu6 - djv7af